logo comunale

Per "I Temi dell'arte": la mostra "Ritratto"

Thursday, 02 January icona per la stampa della pagina

I temi dell'arte: “Ritratto”

"Dopo il successo delle mostre Metallo e Acqua, del 2014 e 2015, torniamo a esplorare il rapporto degli artisti con i generi e le tematiche dell'arte attraverso la mostra Ritratto. Inserita nella rassegna I temi dell'arte, che si svolgerà in diverse sedi espositive tra le provincie di Monza e Brianza e di Lecco, la mostra intende approfondire questo genere molto particolare, che è da sempre protagonista della storia dell'arte.

Se è vero che l'avvento della fotografia ha ridimensionato l'importanza che i grandi committenti conferivano alla rappresentazione della propria immagine, questo apparente declino ha in realtà offerto grandi spazi di libertà agli artisti, che finalmente hanno potuto scegliere in piena autonomia chi ritrarre e come farlo, aprendo la strada a sviluppi tecnici ed estetici fino a quel momento inesplorati.

Nel dare vita a un ritratto, gli artisti mettono al centro della propria rappresentazione ciò che
sfugge allo sguardo, indagano psicologia e identità del soggetto, parlano di rapporti personali e
di relazioni sociali, ritraendo anche un riflesso di sé stessi, della propria visione della vita e del proprio tempo. In questo senso il ritratto non è solo uno tra i generi più affascinanti dell'arte, ma un intrigante gioco di specchi tra l'artista e il suo soggetto, tra l'artista e la sua capacità di misurarsi con se stesso e con gli altri, con la realtà e le sue problematiche.

La grande varietà di tecniche e stili proposti in questa mostra presenta sfaccettature e racconti
personali che ci accompagnano in un viaggio che si sviluppa dalla metà del Novecento fino a
oggi, dalla Lombardia fino alla Repubblica Ceca, stimolando suggestioni e riflessioni sull'importanza del rapporto tra l'autore e il soggetto ritratto, tra l'artista e la sua opera".


Laura Valli, Assessora alle Politiche Culturali e Integrazione

A Brugherio una mostra a cura di Heart – pulsazioni culturali

Da sabato 18 gennaio a domenica 9 febbraio Galleria esposizioni di via Italia 27
Visita guidata su prenotazione domenica 2 febbraio, alle ore 17
Ingresso libero

Da non perdere la mostra "Ritratto" che approda a Brugherio nella Galleria espositiva di Palazzo Ghirlanda Silva (via Italia 27) dove verrà inaugurata sabato 18 gennaio 2020, alle ore 16:30.

La mostra - che fa parte del progetto ideato da Ponte43 "I temi dell'arte" e che sarà aperta al pubblico fino a domenica 9 febbraio - è realizzata dal Comune di Brugherio/Assessorato alle Politiche culturali in collaborazione con l'Associazione di promozione sociale "Heart - Pulsazioni culturali", con la curatela scientifica di Armando Fettolini e Simona Bartolena.

Espongono: Vincenzo Balena, Piera Biffi, Gianfranco Bonetti, Felice Bossone, Roberta Coni, Rita Duchi, Paolo Facchinetti, Fausto Faini, Manuel Felisi, Marco Grassi, Jiȓí Kolář, Andrea Mariconti, Andrea Martinelli, Ettore Moschetti, Giacomo Nuzzo, Fabio Presti, Gianni Secomandi, Giovanni Sesia, Chiara Soldati, Matteo Tenardi, Giorgio Tentolini, Giovanni Testori, Nicolò Tomaini, Paolo Vallorz.

ATTENZIONE! Domenica 2 febbraio, alle ore 17, visita guidata con la curatrice Simona Bartolena, previa prenotazione on line sul sito di Ville Aperte:
http://www.villeaperte.info/eventi/evento/3138

"Ritratto" sarà aperta al pubblico dal martedì al sabato dalle ore 15 alle 18, la domenica dalle ore 15 alle 19. Chiusa il lunedì.

Per saperne di più

"Ritratto" e "I temi dell'arte": ce ne parlano i curatori Simona Bartolena e Armando Fettolini

Il progetto "I temi dell'arte"

Quella iconografica è senza dubbio una delle chiavi di lettura più interessanti che si possano applicare alla storia dell'arte: leggere le opere d'arte partendo dal soggetto – riflettendo sulla nascita, l'evoluzione,
la storia e la fortuna dei generi – è un esercizio ricco di spunti interessanti, che apre nuove prospettive
nella loro reale comprensione.

Ma oggi, ha ancora senso parlare di generi artistici? Esistono ancora i temi che hanno caratterizzato la produzione artistica di tutti i tempi?
Questo progetto è nato proprio da questo interrogativo: da una domanda sollevata dall'eterogeneità
e dalla caleidoscopica molteplicità delle espressioni contemporanee. Una domanda la cui risposta necessita di un'analisi senza schemi precostituiti, che indaghi liberamente nella scena attuale e nei diversi linguaggi, in cerca di conferme. I temi dell'arte parte da questo punto di vista, per viaggiare nel panorama contemporaneo dialogando con la storia, con l'intenzione di sollecitare un dibattito, o quantomeno una riflessione, sull'evoluzione dell'espressione artistica.

I temi scelti sono quelli più diffusi nella produzione artistica di tutti i tempi. Gli artisti sono, invece, il frutto di una selezione curatoriale, indubbiamente soggettiva, quindi, non hanno certo la presunzione di esaustività o completezza: esse sono pensate, piuttosto, per accendere nuovi percorsi critici su un argomento tanto importante quanto complesso e spesso trascurato (anche dagli storici dell'arte e dagli addetti ai lavori).

La mostra "Ritratto"
Tra tutti i generi artistici, il ritratto è quello in cui più evidente è il rapporto tra artista e committenza: un legame indispensabile e indissolubile, che racconta questioni sociali, posizioni di potere, relazioni professionali ma anche amicizie, vicinanze affettive.

Nel ritratto emerge la relazione tra due individui a confronto, si mettono in luce i loro ruoli, si sottolineano i caratteri, le personalità, le intenzioni.

Questa nuova tappa del progetto I temi dell'arte indaga uno dei generi pittorici più interessanti della storia
dell'arte.

L'esposizione propone una sorta di "mappatura" del contemporaneo attraverso la selezione di artisti, molto diversi nel linguaggio, nelle scelte tecniche e nella loro storia personale, che
sul ritratto hanno lavorato con attenzione. Nomi storici di metà Novecento (da Testori a Kolář a
Secomandi) verranno accostati ad artisti emergenti, selezionati in virtù della loro frequentazione nel genere e per la loro personalità nell'affrontarlo.

Un percorso che sarà in grado, come già accaduto per i primi due temi affrontati (arte sacra e paesaggio), di regalare suggestioni a un pubblico molto vasto.

Info: tel. 039 2893.211 – cultura@comune.brugherio.mb.it – www.comune.brugherio.mb.it

 

Documentazione allegata:

manifesto
cartolina
locandina