logo comunale logo 150

Sportello di Ascolto per la prevenzione dell'usura

Ufficio di riferimento: icona per la stampa della pagina

Lo sportello svolge un'attività di supporto delle vittime dell'usura sotto i seguenti profili:

1. attività psicologica: aiuto nel favorire le relazioni interpersonali della vittima e nel costruire un sistema complessivo di sostegno umano;
2. attività legale: sia sotto il profilo penale (assistenza nel procedimento penale sino alla costituzione di parte civile), sia sotto quello eventuale di tipo civile;
3. attività burocratica, per facilitare l'accesso ai servizi sociali e ai servizi territoriali nonché al fondo di garanzia regionale per le vittime dei reati della criminalità organizzata.

Si avvale di professionisti (avvocati penalisti e civilisti, consulenti bancari, psicologi, ecc.) selezionati e preparati alla specificità dell'approccio con le vittime attraverso una formazione mirata.

Lo Sportello riceve solo su appuntamento presso il Comune di Brugherio in piazza Cesare Battisti 1 (ingresso condiviso con la Sala Consigliare e lo Sportello Lavoro) nei seguenti giorni ed orari:
Lunedì: dalle 10.00 alle 13.00
Giovedì: dalle 15.00 alle 19.00.
Per fissare appuntamento:
telefonare al 02-36503438 o scrivere a: sportello.lombardia@codici.org

Il servizio è gratuito.

Si tratta del primo Sportello di ascolto per la prevenzione dell'usura attivo nella Provincia di Monza e della Brianza.
E' un progetto realizzato da Codici-Centro per i diritti del cittadino, da SIPEM (Società Italiana di Psicologia dell'Emergenza), da AAL (Associazione Antiusura Lombardia) e dall'ANC (Associazione Nazionale Carabinieri) con il contributo della Regione Lombardia e con il patrocinio del Comune di Brugherio.

A Brugherio il primato per l’apertura dello Sportello d’Ascolto

Brianza, usura: aumentano i reati connessi alla crisi economica. Il progetto si avvale del contributo della Regione Lombardia e del patrocinio del Comune di Brugherio.

Il fenomeno dell'usura ha assunto proporzioni purtroppo molto rilevanti in tutta la Lombardia. Indubbiamente l'attuale periodo di forte crisi economica non ha fatto altro che approfondire in maniera rilevante una piaga sociale da sempre esistita.
I numeri parlano chiaro per quanto riguarda le proporzioni del fenomeno.
Secondo l'ultimo rapporto di Sos Impresa sarebbero infatti 16.500 i commercianti lombardi coinvolti in rapporti usurari, circa il 12% sul totale nazionale, in quinta posizione dopo Campania (32.000), Lazio (28.000), Sicilia (25.000), Puglia (17.500).
Il fenomeno, negli ultimi anni, sembra sia cresciuto anche in Brianza: il 90 per cento delle aziende che si è rivolto all'Unione artigiani di Monza e Brianza ha dichiarato di essere stato soggetto ad anomalie bancarie come usura penale, civile e anatocismo (gennaio 2013).
Anche il bilancio che emerge dai dati sull'anno giudiziario 2012 della Procura della Repubblica di Monza delinea un quadro preoccupante per le famiglie brianzole: aumentano i reati connessi alla crisi economica, in particolare aumentano del 94% quelli connessi all'usura,  sale del 54% anche il riciclaggio di denaro, salgono al 26% i fascicoli aperti per bancarotta fraudolenta per il fallimento delle aziende provocato dalla 'sparizione' dei beni societari.

"Da quanto appena esposto - dichiara il Segretario Regionale di CODICI, Davide Zanon - il fenomeno dell'usura è una realtà piuttosto rilevante. Per questo motivo è nato il progetto "Uno sportello contro la criminalità" che nel Comune di Brugherio, ci vede impegnati nella prevenzione dell'usura attraverso la creazione di uno sportello di ascolto, aperto a tutti i cittadini, imprenditori e non, presso la sede del Comune di Brugherio nei giorni di lunedì dalle 10,00 alle 13,00 e il giovedì dalle 15.00 alle 19.00. In un momento come questo di forte crisi economica in cui l'usura ed il sovra indebitamento sono fenomeni in crescita, cittadini e imprenditori potranno così contare sul supporto di professionisti selezionati, ci avvarremo infatti di consulenti fiscali, legali e psicologici."

Lo sportello d'ascolto è la realizzazione del progetto di Codici-Centro per i diritti del cittadino, di SIPEM (Società Italiana di Psicologia dell'Emergenza), di AAL (Associazione Antiusura Lombardia) e di ANC (Associazione Nazionale Carabinieri) con il contributo della Regione Lombardia e con il patrocinio del Comune di Brugherio.

INFO: Susanna Ficara - Dipartimento Comunicazione Codici, Centro per i Diritti del Cittadino
tel. 06.55.30.18.08 - cell. 340.05.84.752 - segreteria.redazione@codici.org - www.spazioconsumatori.tv