logo comunale logo 150

Zone di transito

icona per la stampa della pagina

Zone di transito è un progetto di collaborazione tra la biblioteca e le associazioni della città, per dare vita a uno spazio allestito a tema, nell’atrio della biblioteca stessa, a disposizione di tutti.

In questo scaffale troverai documenti della biblioteca (libri, film, documentari, musica…) e materiale messo a disposizione dall’associazione-partner, che ha l’occasione per presentare le proprie attività e farsi conoscere.

Puoi scaricare tutte le bibliografie prodotte per Zone di transito collegandoti alla pagina delle Bibliografie.

A Zone di transito abbiamo presentato:

Orientamenti

Il primo scaffale allestito è dedicato all’Oriente, con un focus particolare sull’India.

L’associazione partner è Najaa, dedita alla promozione e diffusione delle danze orientali, prima tra tutte la danza del ventre.

Nell’allestimento è possibile vederla all’opera, così come ammirare alcuni materiali rari, tra cui gli abiti tradizionali. Quanto basta per incuriosire e incoraggiare chi volesse avvicinare queste danze così piene di storia al femminile.

Il titolo Orientamenti è un invito a viaggiare attraverso questo mondo, un’immersione in parole suoni immagini colori storie e movimenti che arrivano da oriente, India in particolare. È un mondo diverso, inconsueto, affascinante, contraddittorio, inedito, tutto questo insieme: i nostri occhi occidentali faticano a ritrovarsi, a orientarsi.

Un ulteriore aiuto ad assaporare i colori di queste terre è la 29^ edizione de Le immagini della fantasia, mostra curata dagli allievi della scuola di Sàrmede: dal 26 febbraio al 18 marzo 2012 in galleria esposizioni ci sono le loro bellissime illustrazioni di alcune fiabe dalle terre d’India.

Prove d'artista

Il secondo appuntamento di Zone di transito è dedicato al mondo dell'arte, diviso in due percorsi: uno sulla pittura e l'altro sulla musica.

La bibliografia che la biblioteca e l'associazione Proart vi propongono nasce dalla convizione che l'arte non è di élite ma è per tutti.

Tutti possono apprezzare e gustare un quadro o un concerto, non c'è bisogno di capire i paroloni con cui spesso i critici ci presentano queste opere. Anzi, lo sguardo di un bambino spesso è il più adatto a entrare in contatto con l'artista, col suo messaggio, con quel raggio di bellezza che la sua arte ha regalato al mondo.

Non solo: un ragazzo o un bambino possono entrare anche nel merito delle tecniche utilizzate dagli artisti, riprodurle, sperimentarle. Proporio per questo durante il periodo di esposizione dello scaffale Prove d'artista proponiamo una serie di laboratori, specifici per fasce d'età, in cui mettersi alla prova giocando con i colori e gli strumenti musicali.

Non è mai troppo presto per esprimere quell'estro artistico e quei talenti che ciascuno di noi ha. E non è mai troppo tardi per nessuno: anche noi adulti possiamo riconquistare un nuovo sguardo sull'arte, magari leggendo qualche romanzo ambientanto in questo magico mondo, oppure godendoci un bel film.

Ad aprile e maggio 2012 vi aspettiamo in biblioteca!

Gioventudine

Dopo Najaa Danze orientali e Proart di Cascina Guzzina è l’IncontraGiovani cittadino ad occupare lo spazio dedicato a Zone di transito tra giugno e luglio 2012 con La stanza del giovane indignato.

Dicono gli ideatori Marco Fossati e Elena Masiello:
"La Stanza del Giovane Indignato, presente in Zone di transito, vuole essere uno sguardo fluido e in continua evoluzione sul mondo giovanile; una componente sociale che ha da sempre stimolato desideri di cambiamento e miglioramento delle società.
La grande Pagina Facebook riprodotta nella Stanza vuole diventare un mezzo di comunicazione e confronto, attraverso attivazioni, riflessioni, stimoli che periodicamente gli operatori dell’IncontraGiovani sottoporranno a tutti gli utenti della biblioteca.
La prima attivazione proposta fa riferimento ad un romanzo del 1953, considerato da ancora molti giovani come un romanzo cult, Fahrenheit 451 di Ray Bradbury:

La musica, i libri e i film sono materiali sovversivi. Annebbiano le menti dei giovani e li distraggono dal lavoro e dallo sviluppo del nostro Paese.
Sbarazziamocene. Vanno bruciati tutti e subito!

E se domani mattina leggessi veramente una notizia del genere? Quali sono i tre libri, tre film e tre cd che metteresti in salvo? Passa in biblioteca a raccontarcelo sulla bacheca di Facebook."

A corredo dell’allestimento, una singolare libreria, fatta con le cassette delle frutta, viene riempita di libri scelti da un gruppo di bibliotecari, coordinati per Zone di transito da Alessandra Sangalli ed Ermanno Vercesi.

Culmine dell'iniziativa lo spettacolo Generazione Indignata, esempio concreto del lavoro svolto dall'IncontraGiovani nel corso degli anni: il 28 giugno 2012 dalle 21.00 presso il Masnada – Baretto del Parco Increa a Brugherio.

Lo spettacolo di musica e parole sui giovani viene preceduto da un aperitivo musicale nel cortile della biblioteca, mercoledì 27 giugno, a partire dalle 18.30.

La storia del teatro in cento libri

Quarto appuntamento per Zone di transito: nei mesi di settembre ed ottobre è la volta di ArtEventualeTeatro, che festeggia proprio in questi giorni i primi quindici anni di attività.

L’allestimento all’ingresso della biblioteca è innanzitutto un amarcord della prima prova teatrale del gruppo, “Scopa comanda color”: la scopa saggina e le quattro scope sorelle un po’ pasticcione combattono la strega cattiva, cioè la televisione.

Cristina Calì e Mario Bertasa hanno prestato la loro esperienza per la composizione della bibliografia abbinata a questa vetrina: un viaggio attraverso ventisei secoli di storia del teatro. Cento opere teatrali selezionate con l’intento di stuzzicare il lettore, di indicare una direzione nella quale poi magari continuare, seguendo la propria curiosità: dalla Grecia fino alle prove teatrali a noi contemporanee. Possiamo immergerci nelle tragedie del mondo greco e latino, dove la messa in scena di rapporti familiari e sociali è l’occasione per riflettere sui comportamenti umani e sull’importanza della legge morale e civile; possiamo decidere di intraprendere la lettura delle commedie – o moderne tragedie - di Franca Valeri in cui protagoniste sono donne stravolte alle prese con le loro manie e velleità.

E’ anche l’occasione per sperimentare dal vivo il teatro: all’interno del fitto calendario per il compleanno di ArtEventualeTeatro, sabato 6 ottobre è stato rappresentato in biblioteca lo spettacolo di Mario Bertasa Storie sulla zattera, ispirato a fiabe e leggende dell’Oceania. Due sono gli appuntamenti previsti: alla mattina, alle ore 11.00, per i bambini dai 3 ai 5 anni e al pomeriggio, alle ore 16.30, per i bambini dai 6 anni.

Venerdì 19 ottobre, alle ore 21.00, in biblioteca, Mario Bertasa ha presentato il suo libro Tiro con l’arco, insieme a Dome Bulfaro, direttore artistico del festival PoesiaPresente: versi come improvvisi lampi sulla vita di ogni giorno, spunto di riflessione e di inquieta ricerca di poesia e linguaggio.

Solidale Sostenibile

Da novembre 2012 a gennaio 2013 Zone di transito ospita il GAS Brugherio – Gruppo di acquisto solidale – “Cent Coo Cent Crap”, un’associazione che ha fatto della sostenibilità, equità e condivisione la propria ragion d’essere.

E’ l’occasione per rivedere in modo critico se il nostro stile di vita è sostenibile e coerente con le esigenze del pianeta e con la dignità delle persone che lavorano e producono gli oggetti che consumiamo.

La lettura di uno dei libri esposti nella zona d’ingresso può costituire il punto di partenza ideale per riflettere sulla connessione di ogni nostro gesto quotidiano con la vita di tutti.

In quest’ambito il GAS ha organizzato, presso la Sala Conferenze della biblioteca, diverse iniziative, che puoi consultare nella pagina dell'Archivio.

Il Coro Cappella Accademica

Nel corso del 2012, con l’iniziativa Zone di transito, abbiamo dato spazio a cinque associazioni culturali di Brugherio: l’Associazione Najaa, Proart, IncontraGiovani, ArtEventualeTeatro e il Gruppo di acquisto solidale “Cent coo cent crap”, impegnato con la sua proposta di prodotti e di consigli di lettura, insieme ad un fitto calendario di iniziative in biblioteca che si protrae fino alla metà di gennaio 2013.

Abbiamo scelto di dedicare il periodo natalizio all’attività del Coro Cappella Accademica di Brugherio: fondato nel 1977, ebbe la prima sede proprio in biblioteca, che allora si trovava in viale Brianza.

Il Coro - diretto dal 2008 dal Maestro Massimo Annoni - conta dodici soprani, contralti, tenori e bassi, ma l’ambizione è quella di aumentarne il numero.

Il repertorio, nel corso degli anni, ha spaziato dalla musica sacra del Cinquecento fino a quella del Romanticismo.

La storia del Coro viene documentata dall’esposizione di album fotografici, targhe e spartiti, oltre che dalle incisioni di alcuni loro concerti, ma il pezzo forte della loro presenza in biblioteca è una sorpresa, naturalmente di carattere musicale, che si svolge nel pomeriggio di sabato 22 dicembre 2012, tra le 15.30 e le 17.30. Venite a scoprirla!

L'Associazione Marta Nurizzo e il Lucignolo Café

Il settimo allestimento di Zone di transito è dedicato a due associazione che sul territorio di Brugherio hanno già avuto modo di intrecciare la loro attività: l’Associazione Marta Nurizzo e il caffè letterario Lucignolo Café.

L'Associazione Marta Nurizzo nasce nel 1996 per ricordare Marta, morta a 21 anni a causa di un carcinoma bronchiolo-alveolare. Ha sede in via Volturno 80.
I genitori, il fratello, i parenti ed amici si sono impegnati in prima persona per portare a Brugherio un contributo agli studi nel settore delle neoplasie polmonari.
L'associazione, giuridicamente riconosciuta dal Ministero dell'Università e della Ricerca Scientifica, non ha scopo di lucro e vuole promuovere la ricerca su questa malattia, tramite l’assegnazione di borse di studio per la formazionedi giovani laureati presso istituti, centri ed università sia in Italia che all'estero.

Poiché un altro obiettivo dell’associazione è migliorare le cure e l’ assistenza, da qualche anno è stata aperta Casa Marta a Cologno Monzese, che accoglie famigliari e pazienti che da tutta Italia sono in cura negli ospedali milanesi.

Per reperire i fondi a sostegno di tutte queste iniziative, l’associazione ha proposto nel corso degli anni diverse iniziative di carattere culturale e ricreativo. Negli anni ha organizzato spettacoli presso il teatro San Giuseppe con Ottavia Piccolo, Moni Ovadia, i Dik Dik, Stefano Bollani e Teresa Mannino. Ha inoltre raccolto in un libro “La gioia è veloce” le poesie ritrovate nei diari di Marta e, nel 2009, ha pubblicato il “Quaderno”, che riproduce i suoi pensieri rintracciati nei quaderni-diari.

Nel 2012, ad ottobre, è stata proposta una serata di lettura delle poesie di Marta da parte di Costantina Bruno presso il Lucignolo Café, un caffè letterario dove, mentre si sorseggia una bibita, si può gustare la lettura di uno dei libri messi a disposizione nell’Angolo del Lettore “Augusto Daolio”. Per Brugherio si tratta di un’esperienza unica, che rimanda alla tradizione settecentesca dei caffè letterari, dove nel Settecento fermentarono idee e rivoluzioni, divenendo il fulcro culturale delle città.

Ogni settimana Lucignolo Café, che si trova in piazza Togliatti 11, mette in campo un fitto calendario di appuntamenti: incontri con autori, poeti e figure di spicco del panorama culturale brugherese, serate musicali e a tema.

Con queste due associazioni abbiamo realizzato, tra gennaio e febbraio 2013, una vetrina tematica e una bibliografia dedicate alla lotta contro il fumo.

Rimirar le stelle

Aprile e maggio 2013 sono dedicati al gruppo astronomico “A. Grosso” . Nell’atrio di Palazzo Ghirlanda trovate la vetrina di Zone di transito allestita dai soci dell'osservatorio: ospitiamo un piccolo telescopio, di cui è possibile vedere il funzionamento, e una serie di lenti del telescopio di Newton. Un video mostra l’attività dell’associazione che ha la sede operativa in via La Marmora.

I bibliotecari, come di consueto, hanno curato la guida bibliografica sui libri e film di argomento astronomico: guide ai cieli notturni per imparare a riconoscere stelle e costellazioni; storie di grandi scienziati ed astronomi che hanno posto le basi dell’astronomia come Keplero e Galileo; storie della conquista dello spazio, in particolare i tentativi di allunaggio culminati nell’impresa storica del 1969; film e romanzi ambientati nello spazio.

Tutti questi materiali si trovano anch’essi esposti nell'atrio e possono essere presi in prestito.
Infine i soci dell’Osservatorio hanno messo a disposizione libri di loro proprietà, che naturalmente hanno un taglio più specialistico, e possono essere consultati comodamente seduti in biblioteca.

Giovedì 18 aprile alle ore 21.00 il gruppo astronomico organizza, nella nostra sede di Via Italia 27, la conferenza “L’asteroide russo e le comete nel 2013”.

Dopo la conferenza, a partire dalle 22.15, nel Cortile della lettura, adiacente alla biblioteca,  c'è la possibilità di osservare il cielo con la guida e gli strumenti messi a disposizione dal gruppo astronomico.
In caso di avverse condizioni meteorologiche, l’osservazione del cielo sarà spostata in una data indicata durante la conferenza stessa.

I contenuti della conferenza fanno riferimento alla pioggia di frammenti di meteoriti che a febbraio si è abbattuta su Cheliabinsk, negli Urali russi, causando un migliaio di feriti. Ma non è l’unico fenomeno celeste rilevante del 2013: secondo gli astronomi, la cometa Ison, scoperta da due astronomi dilettanti, potrebbe essere la più bella cometa degli ultimi 100 anni, ben visibile verso la fine dell’anno in pieno giorno e persino più luminosa della stessa luna piena.
Quest’anno sono attese anche due eclissi parziali di luna. La prima il 25 aprile e la seconda il 19 ottobre: quest'ultima sarà un’eclissi di penombra, cioè la Luna passerà nella penombra proiettata dalla Terra e si noterà appena un calo di luce.

Arriva la banda!

Dai primi di giugno 2013 è stata allestita nella zona d’ingresso della biblioteca la vetrina del Corpo musicale San Damiano Sant’Albino: è la nona associazione culturale che presenta la sua attività in biblioteca nell’ambito del progetto Zone di transito.

“Le bande musicali tengono viva la tradizione di musica popolare”, come recita l’introduzione dell’iniziativa delle Bande Musicali della provincia di Monza e Brianza, che prevede più di trenta appuntamenti con le bande brianzole da maggio fino a settembre.
Inoltre Riccardo Muti, in un discorso tenuto nel 2008 ai ragazzi della banda di Delianuova, in Calabria, sottolinea come suonare nella banda sia un’alta espressione alta di vita civile, perché fare musica insieme “significa raggiungere un bene comune che è naturalmente l’esecuzione che sta al di sopra di tutti, ma in cui ognuno può esprimere la propria anima e la propria sensibilità, convivendo con la sensibilità e la libertà espressiva degli altri senza sopraffare”.

A cura della biblioteca, come di consueto, è l’esposizione di cd musicali con repertori specifici delle bande musicali; di film come “Drumline”, “La banda” e “Grazie Signora Tatcher”, che hanno come protagonista una banda musicale; di libri che raccontano la storia delle bande musicali della zona ed altri che illustrano i vari strumenti a fiato in uso nelle bande.

L’associazione ha messo a disposizione per l’allestimento due strumenti a fiato, un clarinetto ed un ottavino, alcuni pezzi della divisa dei bandisti ed una copia della partitura composta appositamente dal maestro Franco Cesarini in occasione del centenario della banda San Damiano Sant’Albino, oltre a fotografie e un dvd, trasmesso in biblioteca, che rievoca alcune loro esibizioni.

A corredo dell’allestimento alcuni giovani componenti della banda saranno presenti in biblioteca per descrivere la loro esperienza e per soddisfare ogni curiosità: l'appuntamento è per sabato 15 giugno, dalle 16 alle 17.

E – per chi vuole mettersi in gioco, anche solo per una volta – sabato 22 giugno dalle 16 alle 17 o sabato 6 luglio dalle 10.30 alle 12, sarà possibile provare a suonare uno strumento. Potrebbe nascere una passione: la banda vi aspetta!

 

Ottocento in danza

Ha preso il via sabato 12 settembre 2013 il decimo allestimento di Zone di transito, Ottocento in danza, in collaborazione con la Società di Danza di Monza e Brianza, coordinata da Silvia Bianchi.

Fino a metà novembre, nell'atrio della biblioteca, è possibile trovare una scelta di libri, cd e dvd sulla danza, concerti, classici della letteratura in cui compaiono scene di ballo (dai romanzi di Jane Austen, al Gattopardo, ecc.) un'esposizione di oggetti e costumi femminili da ballo, video a rotazione sul tema e una scelta di libri dell'ottocento digitalizzati dalla New York Public Library.

Per sabato 26 ottobre, elle 16.30, è in programma un evento speciale e tutta la bibliografia è come sempre disponibile on-line.

Spicchi di Sicilia

Gli Amici di Resuttano è l'associazione ospitata nella zona d'ingresso della biblioteca per l'undicesimo appuntamento di Zone di transito, nei mesi di novembre e dicembre 2013.

La comunità resuttanese a Brugherio è molto numerosa ed attiva: dal 14 novembre alcuni componenti dell'associazione hanno messo a disposizione libri sulle tradizioni della loro città d'origine, oltre a filmati e album fotografici che documentano sia aspetti di Resuttano, sia l'attività dell'associazione stessa a Brugherio.

Sono esposti anche oggetti tipici della Sicilia, alcuni dei quali provenienti dal Museo miscellaneo Fermo Galbiati: soprattutto strumenti musicali, come in particolare un tamburello e un mandolino del 1961 datato e firmato, oltre ad un campanaccio dell'Ottocento ed un pupo siciliano. Completano l'allestimento oggetti di vita quotidiana: piatti, vasellame e un piccolo sgabello, denominato furrizzu.

La biblioteca ha organizzato invece la vetrina espositiva con una serie di film che sono stati girati in Sicilia, che da sempre ha ispirato sceneggiatori e registi per i suoi splendidi scorci paesaggistici, per i volti della sua gente, per le sue storie di dolore e sofferenza, di coraggio e di riscatto, tanto che Leonardo Sciascia, illustre siciliano, ebbe a dire "La Sicilia è cinema".

Sulle custodie dei dvd è specificato dove il film è stato girato, un modo per conoscere e riconoscere Spicchi di Sicilia.

Sempre a cura dell'associazione, nel cortile della lettura, a fianco della biblioteca, nel pomeriggio di domenica 8 dicembre, viene offerta in degustazione la cuccìa, piatto tradizionale siciliano a base di grano cotto preparato per la ricorrenza di Santa Lucia per familiari, amici e vicini di casa.

Con Mutàr alla scoperta dell'arteterapia

Zone di transito anno 2014 si apre con l’associazione Mutàr, che a Brugherio muove ufficialmente i primi passi proprio da gennaio.

In realtà Mutàr è attiva sul nostro territorio già da diverso tempo, con iniziative all’interno della programmazione culturale del Comune e di altre associazioni.

Nata nel 2009, promuove, grazie a professioniste qualificate in arteterapia, spazi espressivi per bambini, adulti ed anziani, ove si possano liberare la percezione di sé, l'immaginazione e la creatività, nelle aeree preventiva-educativa e clinico-riabilitativa.

La domanda nasce spontanea: che cos’è l’arteterapia? Nei due mesi in cui Mutàr sarà presente all’ingresso della biblioteca, Cinzia, Elena, Laura e Ilaria avranno l’opportunità di rispondere al quesito e questo termine, insieme a musicoterapica, drammaterapia, danzaterapia, diverrà familiare a chi vorrà leggere i libri proposti dalla biblioteca, o quelli messi a disposizione da Mutàr stessa.

Dal 13 febbraio alla prima metà di aprile le operatrici dell’associazione attivano nella nostra sede uno sportello informativo (il martedì dalle 10.30 alle 12.00 e il venerdì dalle 17.00 alle 18.00), oltre a proporre un ricco calendario di appuntamenti, ad ingresso libero, che si tengono tutti in biblioteca.

Per conoscere il programma dettagliato visita la pagina iniziative della biblioteca oppure segui Mutàr su Facebook.

MusicAmica

Da sabato 12 aprile la Scuola di musica Luigi Piseri di Brugherio - che nel 2014 compie 30 anni - è  il nuovo ospite di Zone di Transito.

La Scuola è stata fortemente voluta e fondata nel 1984 dall’assessore alla Cultura ed Istruzione Luigi Piseri, che coinvolse in questo progetto i professori  Tommaso Ferrari, Delia Pizzardi, Nunzio La Mantia ed Efrem Brambilla. Primo direttore, per breve tempo, è stato il professor La Mantia, seguito da Efrem Brambilla.
Dal 2007 la Scuola si è costituita in Fondazione, con Roberto Gambaro come direttore. Nel frattempo si era già trasferita nella sede di via XXV Aprile.

La proposta formativa della Scuola è volta a soddisfare l’eventuale richiesta di preparazione agli esami di ammissione ai corsi del Conservatorio, ma anche l’esigenza di chi vuole imparare a suonare uno strumento a livello amatoriale.

Sabato 12 aprile gli allievi musicisti hanno partecipato al settimo Compleanno dell’Atelier dei Lettori, facendo da contrappunto sonoro alle storie narrate e drammatizzate per i piccoli da 2 a 5 anni.

Un ricco programma costella i mesi di maggio e giugno, con i saggi delle classi di musica che si tengono nella sala conferenze della biblioteca alle 18. Sabato 10 e sabato 17 maggio sono previsti anche due incontri mattutini di presentazione del contrabbasso, del trombone e dell’arpa.

In biblioteca è possibile visionare tutto il materiale raccolto per documentare la storia della Scuola e della Fondazione: dagli atti amministrativi alle testimonianze di chi ha avuto un ruolo nella sua vita.

Possono invece essere presi in prestito libri e film che i docenti della Scuola hanno indicato come particolarmente significativi per il loro percorso musicale. Solo a titolo di esempio si va dal dvd di School of Rock a Sinfonia d’autunno. Tra i libri troviamo Il soccombente di Thomas Bernhard, Musica rock da Vittula di Mikael Niemi, La musica sveglia il tempo di Daniel Barenboim e molti altri.

Vita x la vita

Dal 17 settembre 2014 è in vetrina l'AIDO, con Vita x la vita.

Fino a martedì 18 novembre viene esposto del materiale informativo per la diffusione della cultura della donazione dopo la morte di organi e tessuti al fine di trapianti terapeutici.

Dépliant illustrativi, libri, pannelli con testimonianze di trapiantati, filmati e DVD illustrano la situazione delle donazioni di organi, dei tessuti e quella dei trapianti nel nostro Paese, con attenzione specifica alle attività divulgative del gruppo brugherese.

In particolare, nei pomeriggi di sabato 18 ottobre e di sabato 15 novembre, i volontari saranno presenti all'ingresso della biblioteca per rispondere alle domande degli interessati, distribuire materiale divulgativo e raccogliere le dichiarazioni di volontà a donare i propri organi da parte di coloro che volessero sottoscriverle.

Alla scoperta di Brugherio

Zone di transito, in occasione del 150esimo della nascita del Comune di Brugherio, racconta la città, i suoi luoghi e la sua storia.

La prima rassegna, Alla scoperta di Brugherio, ci rivela quattro luoghi che sono stati meta delle visite guidate di VilleAperte 2015: la Chiesetta di Sant'Ambrogio, la Parrocchia di San Bartolomeo, Cascina Increa e Villa Fiorita. Le visite sono state guidate dall'Associazione Kairos, in questa circostanza partner della Biblioteca Civica che conserva la memoria della città.

La ricorrenza del 150esimo è diventata l'occasione per rendere più accessibile il materiale anche tramite il progetto "WiBrugherio" e la digitalizzazione del patrimonio fotografico.

Fino al 7 ottobre 2015 nell'atrio della Biblioteca è dunque presente un'istallazione che comprende libri, dvd e documenti d'archivio.

Un oggetto, una memoria: la vita quotidiana del Novecento a Brugherio

Proseguono le esposizioni dedicate al 150esimo anniversario della nascita del Comune di Brugherio, con una vetrina tematica allestita in collaborazione con il Movimento terz'età.

Il titolo è Un oggetto, una memoria. Tema è la vita quotidiana del Novecento a Brugherio.

Oltre ad oggetti di uso quotidiano sono presenti i libri e i calendari d'epoca, curati dal Movimento terz'età.

 

Scarica

Il progetto Zone di transito
Il calendario delle vetrine Zone di transito

Collegati a